Compatibilità tra carica di consigliere regionale  e assessore in un comune della regione.

AREA: ORGANI ISTITUZIONALI

DOMANDA :

Un Comune, avente popolazione inferiore ai 15.000 abitanti, domanda se vi sia compatibilità, o meno, tra la carica di assessore con quella di consigliere della Regione a cui appartiene l'Ente. 

RISPOSTA: 

 Il quesito trova origine, con ogni probabilità, nella lettura dell'articolo 65 del D. Lgs. 165/2001, disposizione che effettivamente prevede un'espressa incompatibilità tra le suddette cariche.
Tuttavia, nonostante la vigenza della suddetta norma, si ritiene che nel caso di specie le due cariche siano compatibili.
Occorre infatti precisare come, successivamente all'approvazione del TUEL, sia intervenuta la riforma del Titolo V della Costituzione con cui, per quanto qui più interessa, è stata prevista la potestà legislativa concorrente tra stato e regioni a riguardo della disciplina delle incompatibilità ed ineleggibilità rispetto alle cariche elettive regionali.
Come successivamente meglio precisato dalla stessa Corte Costituzionale, il mutato assetto della potestà legislativa comporta che, per ragioni di congruenza sistematica, lo Stato possa legiferare in via esclusiva sulla materia della legislazione elettorale dei comuni mentre si avrà una concorrenza con la disciplina dettata a livello regionale per le cause di incompatibilità ed ineleggibilità a cariche elettive regionali derivanti da cariche elettive comunali o, in ogni caso, riferibili ad enti locali Corte Cost., sent. 201/2003).
In siffatto quadro la norma prevista dall'articolo 65 del Tuel diviene – anche alla luce dei principi tracciati dall'articolo 3 della legge 165 del 2004 circa i principi fondamentali che le regioni sono tenute a rispettare nel legiferare sui predetti casi di ineleggibilità o di incompatibilità – immediatamente applicabile laddove manchi una disciplina regionale e, nel caso in cui la regione interessata abbia invece opportunamente normato, parametro di riferimento alla luce del quale l'incompatibilità tra le due cariche dev'essere considerata la regola, salve eventuali e circostanziate eccezioni che le regioni potranno introdurre in coerenza con i principi generali.
Per quanto concerne la Regione Lombardia, occorre segnalare come, con la legge regionale numero 4/2002, fosse stata prevista l'incompatibilità della carica di consigliere regionale con quella di sindaco e assessore dei soli comuni capoluogo di provincia e dei comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti.
Tale norma, con cui di fatto venivano ridotte a pochi casi le potenziali situazioni di incompatibilità, è stata però censurata dalla Corte Costituzionale che, anche alla luce del parametro di cui all'articolo 65 del TUEL, l'ha ritenuta contrastare con la legislazione nazionale secondo cui l'incompatibilità è la regola mentre la compatibilità è l'eccezione (Corte Cost, sent. 201/2003).
In seguito alla dichiarazione di incostituzionalità della suddetta norma la regione Lombardia ha provveduto, con la legge numero 31 del 2016, a disciplinare - nuovamente e con maggiore stringenza - tali cause di incompatibilità disponendo la sola compatibilità tra carica di consigliere regionale e carica di assessore comunale qualora l'ente locale abbia popolazione. inferiore ai 15.000 abitanti al momento dell'elezione.
Pertanto, considerata la normativa vigente, ed in particolare quella regionale, la quale pare in ogni caso conforme alla L. 165/2004 ed ai principi generali dell'ordinamento, per come meglio declinati negli ultimi anni dalla Corte Costituzionale, si ritiene che la carica di assessore in un comune della Lombardia avente popolazione inferiore ai 15.000 abitanti al momento dell'elezione sia compatibile con la carica di consigliere regionale.

Area Riservata

Accesso per download documenti riservati

News Ultimi Quesiti

Giornate Studio

Giornata di Studio in Videoconferenza

GIORNATE IN VIDEO CONFERENZA

LEZIONI DEL PROF.         VITTORIO ITALIA

INTITOLAZIONE DELLE TEMATICHE

Venerdì 15 dicembre 2017 in video conferenza dalle h. 10,00 alle h. 12,15

I regolamenti comunali e la sicurezza.
I precedenti regolamenti.
I regolamenti nella disciplina del vigente Testo unico degli Enti locali.
I nuovi regolamenti di polizia locale previsti dalla legge 48/2017.
Problemi, casi pratici e soluzioni giurisprudenziali.

Venerdì 12 gennaio 2018 in video conferenza dalle h. 10,00 alle h. 12,15

Le ordinanze e la sicurezza.
Tipi di ordinanze.
Le ordinanze “ordinarie”, le ordinanze “urgenti”.
Le nuove ordinanze di “necessità urgente” emanate dal Sindaco.
Problemi, casi pratici e soluzioni giurisprudenziali.

Venerdì 26 gennaio 2018 in video conferenza dalle h. 10,00 alle h. 12,15

Le ordinanze e la sicurezza.
Le ordinanze “contingibili ed urgenti” del Sindaco.
Il concetto di “contingibile”.
Casi pratici di ordinanze in materia di:
Accesso; Beni pubblici; Cani ed altri animali; Circhi equestri; Commercio; Decoro urbano; Edilizia.
Errori che hanno determinato l’annullamento di molte ordinanze da parte del Giudice amministrativo.
Problemi, casi pratici e soluzioni giurisprudenziali.

Venerdì 9 febbraio 2018 in video conferenza dalle h. 10,00 alle h. 12,15

Le ordinanze e la sicurezza.
Casi pratici di ordinanze “contingibili ed urgenti” in materia di:
Extracomunitari; Farmacie; Igiene e sanità; Inquinamento acustico; Inquinamento elettromagnetico; Inquinamento sanitario.
Errori che hanno determinato l’annullamento di molte ordinanze da parte del Giudice amministrativo.
Problemi, casi pratici e soluzioni giurisprudenziali.

Venerdì 23 febbraio 2018 in video conferenza dalle h. 10,00 alle h. 12,15

Le ordinanze e la sicurezza.
Casi pratici di ordinanze “contingibili ed urgenti” in materia di:
Mendicità ed accattonaggio; Moschee; Prostituzione; Responsabilità; Risarcimento danni; Sale giochi.
Errori che hanno determinato l’annullamento di molte ordinanze da parte del Giudice amministrativo.
Problemi, casi pratici e soluzioni giurisprudenziali.

Venerdì 9 marzo 2018 in video conferenza dalle h. 10,00 alle h. 12,15

Le ordinanze e la sicurezza.
Casi pratici di ordinanze “contingibili ed urgenti” in materia di:
Servizio idrico; Sicurezza; Sigarette elettroniche; Traffico; Trasporto pubblico; Uffici postali.
Errori che hanno determinato l’annullamento di molte ordinanze da parte del Giudice amministrativo.
Problemi, casi pratici e soluzioni giurisprudenziali.

Venerdì 23 marzo 2018 in video conferenza dalle h. 10,00 alle h. 12,15

La prevenzione e la sicurezza nella legge 48/2017.
Le misure di prevenzione personale amministrativa.
Divieto di accesso e stazionamento.
Interventi contro il degrado, deturpamento ed imbrattamento.
Misure di allontanamento.
Limiti al commercio per vendita di superalcolico ai minori.
Problemi e casi pratici, e prime soluzioni giurisprudenziali.

 

Si informa che le dirette video live delle conferenze si possono seguire in 2 modi:

Eventuali domande al relatore potranno essere rivolte attraverso la pagina Facebook

Giornata di Studio - Monza - 2 dicembre 2017

Giornata di Studio sul tema:

“LA SICUREZZA DELLE CITTA”
I nuovi compiti dei Sindaci e dei Dirigenti comunali

Monza

HOTEL HELIOS – SALA ARGON – VIALE ELVEZIA 4

PARTECIPAZIONE GRATUITA

02 Dicembre 2017

RELATORE: PROF. VITTORIO ITALIA

 PROGRAMMA (9.30 – 13.30)

 

• La sicurezza “integrata” nella legge 46/2017
• Lo statuto del Comune e la sicurezza
• I regolamenti del Comune e la sicurezza. I nuovi regolamenti per le aree “sensibili”
• Le ordinanze del Comune e la sicurezza. Tipi di ordinanze. Le ordinanze “contingibili ed urgenti” e gli errori da evitare

 

Convenzione con associazione Mosaico - Servizio civile e leva civica regionale. Un’opportunita’ per gli Enti Locali

 

E’ possibile richiedere la documentazione alla segreteria della Confederazione Co.Nord.

Giornata di Studio - Saronno - 14 novembre 2017

Giornata di Studio sul tema:

“LE LINEE GUIDA E I PROVVEDIMENTI ANAC DI ATTUAZIONE
DEL D.LGS. N. 50/2016”

Saronno (VA)

AUDITORIUM della Scuola Media Statale A. MORO
VIALE SANTUARIO N. 13

PARTECIPAZIONE GRATUITA

14 Novembre 2017

RELATORE: AVV. GIORGIO LEZZI

 PROGRAMMA (9.30 – 13.30)

 

Il contesto normativo: la l.n. 190/2012 e il d.lgs. n. 33/2013, come modificati dal d.lgs. m. 97/2016
Gli strumenti per la lotta alla corruzione: il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (“PTPC”) e la figura del Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (“RPCT”)
Il Contenuto del PTPC, alla luce delle previsioni del Piano Nazionale Anticorruzione: il ciclo di gestione del rischio e le misure per la prevenzione
La nozione di trasparenza, in considerazione delle mutate coordinate normative, e l’ambito di applicazione del d.lgs. n. 33/2013
I nuovi strumenti della trasparenza:
• gli obblighi di pubblicazione di atti, dati, informazioni;
• l’accesso civico “semplice” e l’accesso civico “generalizzato”, e loro differenze rispetto al tradizionale accesso “documentale”
Il regime di pubblicità degli atti relativi alle procedure di affidamento dei contratti pubblici e alcuni risvolti processuali