Compatibilità tra carica di consigliere regionale  e assessore in un comune della regione.

AREA: ORGANI ISTITUZIONALI

DOMANDA :

Un Comune, avente popolazione inferiore ai 15.000 abitanti, domanda se vi sia compatibilità, o meno, tra la carica di assessore con quella di consigliere della Regione a cui appartiene l'Ente. 

RISPOSTA: 

 Il quesito trova origine, con ogni probabilità, nella lettura dell'articolo 65 del D. Lgs. 165/2001, disposizione che effettivamente prevede un'espressa incompatibilità tra le suddette cariche.
Tuttavia, nonostante la vigenza della suddetta norma, si ritiene che nel caso di specie le due cariche siano compatibili.
Occorre infatti precisare come, successivamente all'approvazione del TUEL, sia intervenuta la riforma del Titolo V della Costituzione con cui, per quanto qui più interessa, è stata prevista la potestà legislativa concorrente tra stato e regioni a riguardo della disciplina delle incompatibilità ed ineleggibilità rispetto alle cariche elettive regionali.
Come successivamente meglio precisato dalla stessa Corte Costituzionale, il mutato assetto della potestà legislativa comporta che, per ragioni di congruenza sistematica, lo Stato possa legiferare in via esclusiva sulla materia della legislazione elettorale dei comuni mentre si avrà una concorrenza con la disciplina dettata a livello regionale per le cause di incompatibilità ed ineleggibilità a cariche elettive regionali derivanti da cariche elettive comunali o, in ogni caso, riferibili ad enti locali Corte Cost., sent. 201/2003).
In siffatto quadro la norma prevista dall'articolo 65 del Tuel diviene – anche alla luce dei principi tracciati dall'articolo 3 della legge 165 del 2004 circa i principi fondamentali che le regioni sono tenute a rispettare nel legiferare sui predetti casi di ineleggibilità o di incompatibilità – immediatamente applicabile laddove manchi una disciplina regionale e, nel caso in cui la regione interessata abbia invece opportunamente normato, parametro di riferimento alla luce del quale l'incompatibilità tra le due cariche dev'essere considerata la regola, salve eventuali e circostanziate eccezioni che le regioni potranno introdurre in coerenza con i principi generali.
Per quanto concerne la Regione Lombardia, occorre segnalare come, con la legge regionale numero 4/2002, fosse stata prevista l'incompatibilità della carica di consigliere regionale con quella di sindaco e assessore dei soli comuni capoluogo di provincia e dei comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti.
Tale norma, con cui di fatto venivano ridotte a pochi casi le potenziali situazioni di incompatibilità, è stata però censurata dalla Corte Costituzionale che, anche alla luce del parametro di cui all'articolo 65 del TUEL, l'ha ritenuta contrastare con la legislazione nazionale secondo cui l'incompatibilità è la regola mentre la compatibilità è l'eccezione (Corte Cost, sent. 201/2003).
In seguito alla dichiarazione di incostituzionalità della suddetta norma la regione Lombardia ha provveduto, con la legge numero 31 del 2016, a disciplinare - nuovamente e con maggiore stringenza - tali cause di incompatibilità disponendo la sola compatibilità tra carica di consigliere regionale e carica di assessore comunale qualora l'ente locale abbia popolazione. inferiore ai 15.000 abitanti al momento dell'elezione.
Pertanto, considerata la normativa vigente, ed in particolare quella regionale, la quale pare in ogni caso conforme alla L. 165/2004 ed ai principi generali dell'ordinamento, per come meglio declinati negli ultimi anni dalla Corte Costituzionale, si ritiene che la carica di assessore in un comune della Lombardia avente popolazione inferiore ai 15.000 abitanti al momento dell'elezione sia compatibile con la carica di consigliere regionale.

Area Riservata

Accesso per download documenti riservati

News Ultimi Quesiti

Giornate Studio

CONVEGNO SULLA PRIVACY - 17 MAGGIO 2019 VERCELLI

CONVEGNO sul tema:


“DIALOGO CON I COMUNI SUI PROBLEMI E LE SFIDE LEGATE
ALL’APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO EUROPEO PRIVACY”

VERCELLI

SALA DELLE TARSIE presso la PROVINCIA DI VERCELLI
VIA DE AMICIS, 2
PARTECIPAZIONE GRATUITA
CON IL PATROCINIO DELLA PROVINCIA DI VERCELLI

17 MAGGIO 2019

Seminario “Il recupero del credito nella Pubblica Amministrazione Locale. Esempio di soluzione in-house providing” - BAREGGIO (MI) - 29 Marzo 2019

29 marzo 2019 con inizio alle ore 9,30
Presso la Biblioteca Comunale
Via Marietti, 4


BAREGGIO (MI)


OGGETTO DEL SEMINARIO:

“Il recupero del credito nella Pubblica Amministrazione Locale.
Esempio di soluzione in-house providing”

Partecipazione gratuita.

Seminario: "Il recupero del credito nella Pubblica Amministrazione Locale. Esempio di soluzione in-house providing" - CIttadella - 05 Aprile 2019

05 Aprile 2019 con inizio alle ore 9,30

Presso SALA POLIFUNZIONALE DI VILLA RINA

Via Riva del Grappa, 89

CITTADELLA (PD)

OGGETTO DEL SEMINARIO: 

“Il recupero del credito nella Pubblica Amministrazione Locale.

Esempio di soluzione in-house providing”

   

 

Seminario: "Il recupero del credito nella Pubblica Amministrazione Locale. La soluzione in house providing" - 22 febbraio 2019 h.9.30

VENERDI’, 22 FEBBRAIO 2019  -  DALLE 09.30 ALLE 14.00

 

SALA CONFERENZE –  BIBLIOTECA RESEGOTTI
VIA SESONE, 10
BORGOSESIA (VC)

 

OGGETTO DEL SEMINARIO:

 

“IL RECUPERO DEL CREDITO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LOCALE. LA SOLUZIONE IN HOUSE PROVIDING”

 

La partecipazione è gratuita.

 

Per informazioni ed adesioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Tel. 035/40.35.40 – Fax 035/25.06.82

Si prega di inviare la conferma di partecipazione per email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro mercoledi 20 Febbraio 2019.